Dermatologia

Il servizio di dermatologia si occupa di:

  • Dermatologia Clinica per la diagnosi e la cura delle principali dermatosi (dermatiti, psoriasi, acne, vitiligine ecc.);
  • Dermatosi di origine microbica, virale, parassitaria e micotica;
  • Malattie Sessualmente Trasmesse (vengono trattate infezioni genitali da contatto sessuale, le cosiddette malattie veneree);
  • Malattie cutanee su base allergica con la possibilità di eseguire patch e prick test);
  • Malattie dei Capelli e delle Unghie;
  • Crioterapia e Diatermocoagulazione di lesioni cutanee;
  • Attività di Diagnosi Precoce e di Trattamento dei Tumori cutanei (Melanomi, Epiteliomi, Precancerosi) con l’ausilio di tecniche quali la demoscopia e la biopsia con successivo esame istologico.

La pelle: specchio della nostra salute

La Dermatologia è la disciplina che studia la struttura, le funzioni e le malattie della cute e dei suoi annessi. La pelle è l’organo con la superficie più estesa. Ha funzione protettiva, sensoriale, secretoria, termoregolatrice, di assorbimento, di permeabilità ed estetica. L’igiene della pelle e la sua cura nei confronti di cause potenzialmente lesive (raggi solari, agenti contaminanti, detergenti ecc.) rappresentano elementi essenziali di prevenzione. Tuttavia la pelle risente anche delle abitudini alimentari, voluttuarie, lavorative e dell’assunzione di farmaci. Inoltre molte malattie di tipo internistico presentano manifestazioni cutanee.   Il paziente va rassicurato rispetto alla non infettività di certe patologie e alla prognosi che spesso è assolutamente favorevole ed e’ sempre importante raccogliere un’anamnesi dettagliata sia per la diagnosi sia per la terapia. Bisogna considerare elementi quali la familiarità (alcune malattie dermatologiche hanno un substrato ereditario come, ad esempio, psoriasi, vitiligine, dermatite atopica, neurofibromatosi) e i fattori di rischio (i raggi solari provocano cheratosi e sono indiziati come causa di melanomi ed altri tumori cutanei; l’abuso di alcolici è associato alla comparsa di Porfiria; l’ipercolesterolemia può provocare xantomi cutanei; il fumo favorisce la comparsa di rughe). Per l’orientamento diagnostico è inoltre fondamentale conoscere: la durata, le caratteristiche iniziali e l’evoluzione della lesione, la velocità di accrescimento, l’esposizione a fattori lesivi, le abitudini alimentari e voluttuarie, la presenza di allergie, i luoghi frequentati (centri sportivi, piscine, caserme, ostelli), le notizie su altre persone possibili fonti di contagio, l’esistenza di altre malattie coesistenti, tutte informazioni preziose che possono talvolta essere decisive.

Per saperne di più..

NEI e MELANOMI…    

…quando prevenire è meglio che curare!

I nei vanno sempre osservati con attenzione in quanto possono subire una trasformazione in senso neoplastico. “Prevenire è senz’altro meglio che curare”. Questo motto è fondamentale nel caso dei nevi. Infatti negli ultimi anni si sta diffondendo la prevenzione del melanoma maligno cutaneo. Tale tumore può nascere da un neo preesistente ma spesso compare su cute sana. Inizialmente il melanoma assomiglia molto ad un neo, successivamente subisce modificazioni di forma, colore, dimensione e dei bordi. A tal proposito è stata messa a punto la regola dell’ABCDE, dove A sta per asimmetria, B per bordi irregolari, C per colore, D per dimensione ed E per tendenza all’evoluzione.  

E’ importante ispezionare periodicamente la propria pelle per verificare se qualche nevo si è modificato. Il rapido cambiamento delle proporzioni e del diametro di un qualunque nevo o macchia pigmentata deve sempre renderci sospettosi, e nel caso si riscontrasse una modificazione è opportuno rivolgersi al Dermatologo che può consigliare e se necessario applicare il giusto trattamento. Il controllo strumentale periodico (esame dermatoscopico – almeno una volta l’anno) dei nevi rappresenta quindi un mezzo di prevenzione fondamentale da consigliare soprattutto in soggetti “ a rischio”. 

ALLERGIE CUTANEE

Le allergie cutanee costituiscono un capitolo molto importante in campo dermatologico. Attualmente sono in aumento per la maggiore esposizione ad agenti allergizzanti o comunque irritanti. Numerose sostanze per uso locale, sistemico (farmaci, alimenti, ecc.), inalatorie, possono scatenare reazioni allergiche e la loro manifestazione clinica varia a seconda della natura dell’agente e/o della via di contatto. Le allergie cutanee possono manifestarsi con reazioni acute o croniche (eczematoso, orticarioide) ed accompagnarsi a sintomigenerali anche gravi che possono interessare alcune funzioni vitali. Per cercare di migliorare la qualità di vita dei soggetti affetti è sicuramente utile individuare i fattori scatenanti mediante un’accurata anamnesi, l’esecuzione di test allergologici eseguiti direttamente sul paziente (Patch e Prick test) e/o mediante test di laboratorio (Prist e Rast). 

CRIOTERAPIA, UNA METODICA SEMPLICE ED EFFICACE

Crioterapia significa letteralmente terapia mediante il freddo. Il raffreddamento della superficie cutanea comporta il repentino congelamento dell’acqua intracellulare con conseguente distruzione cellulare. E’ una metodica naturale di cura e oggi si impiegano gas refrigeranti come l’azoto liquido e l’anidride carbonica. E’ particolarmente indicata per il trattamento delle verruche virali, delle discheratosi della pelle, delle cheratosi seborroiche, dei condilomi, della maggior parte dei  tumori benigni cutanei, nonché per l’eliminazione di alcuni inestetismi e nella terapia dell’alopecia areata.

Translate »